Come mantenere un vino?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Prima mossa: creare un ambiente ideale

Per evitare problematiche con i nostri vini a casa, soprattutto quelli che rimangono più tempo ad affinare, è necessario provvedere a creare un ambiente ottimale per la conservazione. Spesso, entrando in casa di persone non appassionate di questo mondo, notiamo con dispiacere che le bottiglie oltre ad essere poste in verticale vengono posizionate negli scaffali della sala da pranzo.

Gli errori in questo caso sono tre:

  1. mettere le bottiglie in verticale fa sì che dopo circa 25-30 giorni il tappo di sughero si asciuga completamente con il rischio di penetrazione di ossigeno;
  2. in una temperatura casalinga ci sono sbalzi di temperature molto elevati tra inverno ed estate ma anche tra il giorno e la notte;
  3. una luce diretta verso le bottiglie potrebbe creare altri processi ossidativi sgradevoli.

Esenti qui sono i vini da consumare nel breve tempo perché in pochi giorni è difficile che accadano queste brutte sorprese. Se invece avete intenzione di acquistare prodotti di un certo calibro e da lungo affinamento, avrete bisogno appunto di un ambiente ideale per la sosta.

La cantina che, situata leggermente sotto terra, quindi con minimi sbalzi di temperatura (circa 11-15 °C), un’umidità di circa 70%, luci schermate a bassa potenza ed un posizionamento orizzontale su scaffali preferibilmente in legno (che funge da isolante termico) è la migliore soluzione. Purtroppo in pochi godono di una tale fortuna di averne una e con le condizioni desiderate. A questo punto entra in gioco la tecnologia. Gli armadi-cantina ovviano alla problematica precedente perché possono essere posizionati in casa. In base allo spazio che si ha a disposizione si sceglie la grandezza che modifica anche la capienza di bottiglie. Si predispone con la temperatura desiderata e se possibile scegliete quello con il sistema di ventilazione. Se non avete intenzione di utilizzare uno di questi due sistemi non vi rimane che pregare per le bottiglie negli scaffali in sala da pranzo!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Giuliano Rosati

Arsàpori – Rubens IGP

     Il barocco secondo Arsàpori   Arsàpori è una piccola azienda vitivinicola pugliese...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *