Cosa bere ad un aperitivo?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ragionamenti su una possibile scelta durante un aperitivo

 

Questa volta ho deciso di scrivere qualcosa di più leggero ma anche con una sua utilità. E’ una domanda sciocca quella che ho fatto perché si potrebbe rispondere “quello di cui ho voglia” oppure “quel che mi piace”. In effetti non c’è una regola che ci impone cosa dobbiamo bere durante un aperitivo. Il gusto è soggettivo e chi lavora nel settore avrà sicuramente notato che c’è chi prende uno spumante, chi un vino fermo bianco o anche rosso, fino ad arrivare a prendere anche cocktail, leggeri o di grande struttura.

Quel che si può fare però sono dei ragionamenti su alcuni elementi.

Un primo caso potrebbe essere un possibile abbinamento. La maggior parte delle volte a parte qualche vasetto con patatine e noccioline si chiede un tagliere con vari salumi e dei formaggi. Evitando magari i formaggi di grande struttura (perché non possiamo abbinare tutto con un solo calice di vino) l’idea di accostamento sarebbe un vino dotato di buona freschezza e/o effervescenza in grado di contrastare per contrapposizione la tendenza dolce e la grassezza di un salame, prosciutto o formaggio. Uno spumante o un bianco giovane o addirittura un rosso giovane, che abbia però con poco tenore di tannino e alcool, farebbero al caso nostro.

Un secondo caso invece potrebbe essere che facciamo un aperitivo poco prima di una cena in un ristorante. Rimane sempre valido il primo caso anche per quest’altra situazione. Se invece vogliamo spaziare e scegliere più con il “cuore” il consiglio che posso darvi è di non esagerare con la struttura oppure magari rimanere sul tema di come sarà la cena. Ad esempio se sarà una cena a base di pesce, eviterei di prendere vini rossi robusti per aperitivo che ci ostacoleranno le papille gustative, rendendo  gli assaggi successivi sia di vino che di cibo, meno gradevoli di quello che sono.

Come ho detto anche in altri articoli, il vino è soggettivo. Queste non sono regole assolute quindi ognuno sceglie poi ciò che preferisce. Se invece avete voglia di cambiare e di provare qualcosa di diverso, provate a seguire questi consigli e magari riuscirete anche ad apprezzare vini che prima non gli davate un briciolo di fiducia!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Giuliano Rosati

Arsàpori – Rubens IGP

     Il barocco secondo Arsàpori   Arsàpori è una piccola azienda vitivinicola pugliese...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *